venerdì 14 agosto 2015

FESTIVAL DI CANNES: ITALIA A MANI VUOTE

I tanto attesi Moretti, Garrone e Sorrentino, restano a bocca asciutta
L ' edizione 2015 del Festival di Cannes è amara per il cinema Italiano. Nonostante l'edizione di quest'anno che contava tre film italiani in concorso, "I racconto dei racconti" di Matteo Garrone, “Mia Madre" di Nanni Moretti e "Youth-La Giovinezza" di Paolo Sorrentino, la giuria presieduta dai fratelli Coen ha deciso di premiare Jacques Audiard per "Deephan".

Il Grand Prix è andato a Laszlo Nemes per Il figlio di Saul'e. migliore regia a Hou Hsiao-Hsien per The Assassin, migliore sceneggiatura a Michel Franco per Chronic. Premio ex aequo come migliore attrice a Rooney Mara per Carol di Todd Haynes e Emmanuelle Bercot per Mon Roi di Maiwenn. E ancora, il migliore attore è Vincent Lindon per La Loi du Marché di Stephane Brizé. Premio della Giuria per The Lobster di Yorgos Lanthimos, la Camera d'or a La tierra y la sombra di César Acevedo e la Palma d'oro al cortometraggio a Waves 98 di Ely Dagher.
 
NdR
 
Gazzettino Italiano Patagonico Anno 1 n1 Agosto 2015 

Nessun commento:

Posta un commento