martedì 18 agosto 2015

IL LIBRO CHE DIVENTA UN ALBERO

La Pequefio Editor ha dato vita al primo libro ecologico per bambini che si pianta nel terreno per diventare un albero. Le pagine sono costituite da materiali biodegradabili e contengono molti semi di jacaranda, una pianta che può raggiungere anche i 30 metri di altezza.
"Una volta piantato, il libro crescerà proprio come fanno i bambini". E' questa una delle considerazioni da cui è partita la casa editrice argentina specializzata in libri per l'infanzia. Una volta che il libro si usura o diventa inadeguato per bambini che ormai sono cresciuti, può essere piantato nel terreno, innaffiato e in poche settimane diventa un vero e proprio albero.
 
Illustrato dall'argentino Giusti e dall'illustratrice francese Anne Decis, il libro si intitola "Mi papâ estuvo en la selva" ("Mio papà è stato nel bosco") e racconta la storia di un viaggio nelle foresta dell'Ecuador attraverso la voce di un bambino. L'obiettivo del progetto è quello di spiegare ai bambini il rispetto per l'ambiente e l'importanza delle risorse naturali.
 
"Tutto ciò che leggiamo fa parte di una biblioteca mentale e di quello che siamo come persone. Quindi, la lettura ci entra dentro e ci trasforma: ci fa crescere e cambiare ", recita il messaggio che accompagna il video realizzato per promuovere l'iniziativa. Gli editori argentini non sono nuovi per l'innovazione in campo editoriale.
 
Recentemente un piccolo editore di Buenos Aires, Eterna Cadencia, ha lanciato una curiosa iniziativa dedicata agli autori emergenti: una collana di libri scritti con un inchiostro che scompare.
La collana, denominata "El Libro que No Puede Esperar" (Il libro che non può aspettare) ha lo scopo di costringere i lettori a leggere il libro in breve tempo, perché dopo due mesi dalla stampa le parole
iniziano a sparire.
 
 
NdR
 
Gazzettino Italiano Patagonico

Nessun commento:

Posta un commento