mercoledì 20 aprile 2016

Nissoli: il Governo affronti la questione dei contrattisti italiani

Nissoli: il Governo affronti la questione dei contrattisti italiani presso la nostra rete diplomatico-consolare in USA

(Roma, 20 aprile 2016) - L’on. Fucsia FitzGerald Nissoli (Eletta nella Circoscrizione estera- Rip. Nord e Centro America) ha presentato una interrogazione al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale sulla situazione degli impiegati a contratto in servizio presso la nostra rete diplomatico-consolare in USA.

Considerato che detto personale a contratto - scrive la Nissoli -  non ha avuto alcun aumento retributivo da circa 15 anni, mentre il costo della vita in USA risulta essere aumentato ed i costi della sanità e della scuola sono decisamente più rilevanti che in altri Paesi” è necessario – sostiene l’on. Nissoli -  che si “proceda ad un adeguamento della retribuzione in linea con l’aumentato costo della vita in USA”.
Inoltre, per la deputata eletta in Nord e Centro America, bisogna apportare delle modifiche alla Convenzione di Sicurezza Sociale Italia-USA in maniera che anche i lavoratori italiani in USA, in servizio presso le nostre Istituzioni, possano “effettuare versamenti alla Social Security Americana”.

In tale ottica, l’on. Nissoli ha chiesto al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale “quale soluzione intende adottare per venire incontro alle necessità di tale categoria di lavoratori sia sul piano dell’adeguamento salariale sia sul piano dell’impegno a modificare la Convenzione di sicurezza sociale Italia-USA, contemplando la possibilità, per detti lavoratori , di effettuare versamenti alla Social Security Americana”.

Nessun commento:

Posta un commento