lunedì 13 giugno 2016

Il Maeci risponde all'interrogazione dell'on. Nissoli sulla situazione di disagio espressa dai contrattisti in servizio presso la rete diplomatico-consolare italiana in Usa.

Il Maeci risponde all'interrogazione dell'on. Nissoli sulla situazione di disagio espressa dai contrattisti in servizio presso la rete diplomatico-consolare italiana in Usa.

ROMA, 13 giugno 2016 –  “Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nella persona del Sottosegretario Della Vedova, ha risposto, il 6 giugno scorso, alla mia interrogazione, (N.4-12900 - depositata il 20 aprile 2016) concernente il disagio espresso dagli impiegati a contratto in servizio presso la nostra rete diplomatico-consolare in USA”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli (eletta nella Ripartizione Nord e Centro America), sottolineando che “di fronte alla mia richiesta di conoscere quali iniziative volesse porre in essere il citato Ministero per venire incontro alle necessità di tali lavoratori sia sul piano dell’adeguamento salariale sia su quello dell’impegno a modificare la convenzione di  sicurezza sociale Italia-USA, il Maeci ha espresso il suo forte impegno a superare le criticità attuali”.
“In effetti - sottolinea la deputata - dalla risposta, oltre l’impegno per l’adeguamento salariale, si conferma anche quanto già mi è stato annunciato dal Ministro Gentiloni, con una lettera del 5 maggio 2016, circa l’impegno della Farnesina ad aggiornare la convenzione di sicurezza sociale con gli USA. Auspico, pertanto, che nel negoziato siano contemplate anche le richieste espresse dai contrattisti”.
In allegato il testo completo dell'interrogazione e della risposta del Governo.






Nessun commento:

Posta un commento