lunedì 8 agosto 2016

La corsa alla Casa Bianca

La convention dei democratici a Filadelfia nomina Hilary Clinton per la corsa alla Casa Bianca
Dopo la nomination del repubblicano Donald Trump, questa notte arriva quella della   democratica Hillary Clinton con l’endorsement della first lady Michelle Obama e dello stesso ex avversario nelle primarie, Sanders: “Serve una leadership che unisce, non che divide”. La Clinton è ora formalmente il candidato per la corsa alla Casa Bianca. Una nomination, tuttavia, arrivata con non poche difficoltà perché non sono mancate le proteste ed i fischi rivolti alla candidata. A cambiare decisamente il clima sono stati gli interventi di Michelle Obama e l'ex rivale Bernie Sanders che hanno spiegato le ragioni di una forte unione per non rischiare di cedere potere ad un avversario che non è stato mai nominato da nessuno degli intervenuti sul palco. Un’unità per i democratici arrivata proprio dalla preoccupazione che Trump possa farcela. Come spiega Jasna Legisa di NeuroComScience che ha esaminato la comunicazione non verbale dei due candidati alla Casa Bianca, Trump mostra determinazione ed un linguaggio diretto che ha costretto la “fredda” Clinton a rivedere il suo linguaggio del corpo per affiliare di più i suoi elettori.
MARTA FRIGERIO

Nessun commento:

Posta un commento