mercoledì 14 giugno 2017

Gli alberi lungo le strade valgono 1 miliardo di dollari

Un recente rapporto del U.S. Forest Service’s Pacific Southwest Research Station ha stimato che gli alberi lungo le strade e i viali californiani forniscono benefici alla collettività per un valore pari a un 1 miliardo di dollari. “Structure, Function and Value of Street Trees in California, USA” è il titolo dello studio pubblicato nel numero di giugno di “Urban Forestry and Urban Greening”: si tratta del più aggiornato e completo inventario delle alberature stradali all'interno del Paese. I ricercatori sono stati in grado di creare un quadro composito elencando non solo il numero di piante presenti, ma anche la loro specie, le dimensioni, la posizione e i benefici ad esse associati. Sono stati contati 9,1 milioni di alberi, circa uno ogni quattro abitanti. Secondo lo
studio, potrebbero essere messi a dimora altri 16 milioni di esemplari se le risorse lo consentiranno. “Di solito pensiamo solo alla funzione ornamentale degli alberi lungo le strade cittadine”, ha spiegato Greg McPherson, principale autore della ricerca, “il nostro studio dimostra invece che il patrimonio arboreo apporta un reale beneficio economico ai Comuni e ai loro residenti”. Ecco le cifre: 10.320.000 dollari vale la cattura di CO2, 18.150.000 l’abbattimento di inquinanti atmosferici, 41,5 milioni l’intercettazione delle precipitazioni, 101.150.000 il risparmio energetico ottenuto. I viali alberati della California hanno inoltre rafforzato i valori delle proprietà per una somma stimata in 838.940.000 dollari.

“Abbiamo calcolato che per ogni dollaro speso nella messa a dimora o nel mantenimento di un albero di strada, quello stesso albero restituisce in media benefici per un valore pari a 5,82 dollari”, ha chiarito McPherson. “I tecnici comunali possono utilizzare i dati di questo studio per sollecitare l’allocazione di maggiori risorse destinate alla piantumazione e alla diversificazione delle specie, la potatura, la manutenzione e i controlli fitosanitari”.


MICHELE MAURI

Nessun commento:

Posta un commento