giovedì 13 luglio 2017

Addio plastica: l’India la mette al bando

Nuova Dehli, la capitale dell’India e la quinta più popolosa metropoli del Pianeta, ha appena annunciato una svolta storica: la messa al bando degli oggetti di plastica monouso. La sentenza è stata emessa dal National Green Tribunal (NGT), che ha esteso il divieto non solo ai sacchetti di plastica usa e getta, ma anche a bottiglie e posate. Per i trasgressori sono previste multe salatissime, fino a 7mila dollari. La scelta è stata presa per cercare di arginare il crescente fenomeno dell’inquinamento, problema particolarmente diffuso in India. Secondo il Times of India, infatti, il 60% della plastica che finisce nei mari e nei corsi
d’acqua è rappresentata proprio da rifiuti di prodotti usa e getta. Un problema che non sta risparmiando neppure il fiume Yamuna, il secondo affluente del Gange. Nel Paese, uno degli stati maggiormente in crescita del Pianeta, da tempo si era diffusa la preoccupazione circa il crescente e smodato utilizzo di plastica. Nel 2015, infatti, uno studio aveva indicato proprio l’India come il 12esmo maggiore produttore di plastica al mondo. Numeri destinati ad aumentare, dal momento che l’economia indiana è la quinta più in rapida espansione.

Bianca Stanco

Nessun commento:

Posta un commento